Trentanove Ebusco 3.0 per Transdev in OlandaLeggerissimi, con una ricarica fanno 575 chilometri




Vittoria in casa per l’olandese Ebusco che si è aggiudicata la fornitura di trentanove urbani modello 3.0 a Transdev Nederland, filiale dell’omonimo gruppo transalpino che opera però nei Paesi Bassi.

Debutto nella madrepatria quindi per questi autobus, che verranno interamente costruiti nello stabilimento olandese di Deurne quindi impiegati su linee urbane e interurbane nell’ambito della concessione di Gooi e Vechtstreek, dove percorreranno una media di 110mila chilometri annui con modalità di ricarica plug-in. Grazie all’uso di materiali compositi, questi veicoli si contraddistinguono per una ‘tara’ light, mediamente il 25 per cento più leggera dei bus omologhi realizzati con tecnologie tradizionali. La serie 3.0 di Ebusco è stata sviluppata congiuntamente con esperti del settore elettronico e aerospaziale e, grazie al suo ridotto consumo di energia nonché al conseguente aumento dell'autonomia, in molti casi non ha necessità di ricarica intermedia delle batterie. Peter Bijvelds, amministratore delegato della Casa olandese, ha dichiarato: “Come azienda abbiamo acquisito più di nove anni d’esperienza con gli autobus elettrici e le infrastrutture di ricarica. Sappiamo quindi esattamente quello che stiamo facendo. Crediamo che le batterie a tecnologia litio-ferro-fosfato utilizzate su questi autobus siano le migliori e le più sicure sul mercato. Grazie alla combinazione di tutte le innovazioni che applichiamo, questi veicoli possono viaggiare fino a 575 chilometri con una sola ricarica: una cosa davvero unica per un bus”.

Partner