Giovanni De Filippis a capo della sezione bus di Anfia Attualmente è amdel e direttore generale di Industria Italiana Autobus



L’amministratore delegato e direttore generale di Industria Italiana Autobus, Giovanni De Filippis, è stato nominato presidente della sezione autobus di Anfia, l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, per il triennio 2021-2023.

La sezione bus è una delle otto di cui si compone il gruppo costruttori di Anfia e ne fanno parte storici costruttori che rappresentano realtà di eccellenza progettuale e produttiva, nonostante la pesante crisi che ha colpito il settore del trasporto collettivo negli ultimi dieci anni.

Tale comparto deve oggi affrontare importanti sfide, come la progressiva decarbonizzazione della mobilità e il mutamento delle abitudini dei cittadini per via dell’emergenza Coronavirus. “La mobilità sostenibile rappresenta una sfida che vede il settore dell’autobus al

centro del cambiamento. – ha affermato De Filippis - Sono lieto di potere contribuire, con la mia passione e il mio impegno, a questa svolta epocale che rappresenta un’opportunità unica per l’intera filiera dell’autobus. Sono certo che l’Italia, con le sue eccellenze, tecnologiche e industriali, sarà protagonista di questo processo. Nell'ambito di questo mio primo mandato – ha proseguito il neo presidente– ritengo di fondamentale importanza lavorare per aumentare la partecipazione di un numero sempre più vasto di aziende all'Associazione, al fine di garantire la più ampia rappresentatività dell’intera filiera e al contempo promuovere azioni verso tutti gli interlocutori per ridare centralità alla produzione italiana nelle scelte che si stanno compiendo per realizzare il processo di transizione ecologica, con l’utilizzo delle tecnologie green del metano, elettrica e dell'idrogeno".

Laureato in ingegneria meccanica all’università degli studi di Napoli, Federico II, De Filippis, prima di essere nominato amministratore delegato di Industria Italiana Autobus nel luglio del 2019, ha ricoperto importanti ruoli in grosse multinazionali di diversi settori industriali. Dal 1992 al 2012 ha lavorato nel gruppo Fiat, dove ha gestito la joint-venture con Tata in India. Presidente e amministratore delegato di Fiat Automobili Serbia, in tale ruolo ha seguito il recupero dello stabilimento di Kragujevac, già del costruttore jugoslavo Zastava, trasformato in un moderno sito produttivo dove oggi avviene l’assemblaggio finale della Fiat 500L. De Filippis ha inoltre gestito l’ammodernamento della Pzl Swidnik, controllata polacca di Leonardo Helicopters.

Partner