Truck Art

myBreak Truck Art

Disegni & Progetti creati dai lettori di Vie&Trasporti


matita_bnAmate disegnare e avete fatto un ritratto al vostro camion? Oppure avete riportato su carta il truck dei vostri sogni, quello che i Costruttori non hanno ancora inventato? Inviate le vostre opere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  , magari accompagante da una breve descrizione. Le più originali saranno pubblicate.

 

Clicca sulle immagini per ingrandirle


Golyas
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. le tue opere.
Le più originali saranno pubblicate nella nostra galleria
e sul giornale


  

Le sette regole del mangiar sano

busLife Medico on the Road
Le sette regole del mangiar sano

 

Codificare una dieta tipo per un autotrasportatore risulta complicato per la presenza di numerose variabili individuali: altezza, peso, dimensione scheletrica e quantità di ore di lavoro. Ecco però alcuni brevi consigli pratici

clessidra1) Riservare un tempo adeguato per ogni pasto, consumandolo possibilmente seduti, in condizioni igienicamente appropriate.
L'importanza della masticazione è evidenziata dal famoso detto “la prima digestione avviene in bocca": dev’essere sufficientemente lenta da consentire la deglutizione di bocconi piccoli e già trattati dagli enzimi salivari. Il pasto dovrebbe essere consumato in perfetto relax e tale condizione dovrebbe permanere almeno per mezz'ora dopo la sua fine. Ciò consentirà inoltre di gustare meglio il sapore del cibo.    

2) Mangiare preferibilmente a ore fisse    

3)  Frazionare la razione alimentare giornaliera in piccoli pasti con alimenti facilmente digeribili. Sarebbe ottimale poter suddividere l’introito quotidiano in almeno quattro o cinque pasti. La composizione del pasto in termini di macronutrienti è molto importante. I carboidrati vengono digeriti più facilmente delle proteine e dei grassi, sostanze queste che più di tutte rallentano la digestione, soprattutto quando si tratta di grassi cotti (nei fritti o nei soffritti e nelle carni grasse cotte), dannosi inoltre per la digestione delle proteine. è necessario sapere, quindi, che non tutti gli alimenti hanno le stesse proprietà. A seconda dell’alimento ingerito, il tempo di svuotamento gastrico varia sensibilmente: la digestione delle proteine richiede un tempo medio di circa quattro ore; frutta   i carboidrati invece hanno un processo digestivo che dura circa due ore e i grassi richiedono oltre cinque ore. Evitare quindi alimenti che richiedano notevole sforzo per la digestione, come cibi ricchi di grassi e cibi fritti. Via libera, dunque, a pasta in razioni moderate, ma anche riso, verdura e frutta. Vietate le fritture e quei panini ripieni all’inverosimile, conditi con salse pesanti da digerirsi.  

acqua_bottiglia4) Garantire un adeguato introito di liquidi sia durante la guida, sia mentre si consumano i pasti. In particolare bisogna prestare attenzione nella stagione estiva, perché ciò consente di riequilibrare le perdite idro-saline.
I liquidi da preferire sono l’acqua naturale non gelata, in quanto il freddo può causare congestione, e tè poco zuccherato, sia caldo sia freddo. Il tè è infatti sempre indicato, perché non solo è dissetante, ma agisce anche da stimolante per la digestione. Anche l'impiego moderato di bevande gassate può facilitare la digestione.  

5) Evitare l’assunzione di bevande alcoliche in ogni forma, sia durante la guida che in corrispondenzabirra delle pause pranzo, incluse le correzioni nel caffè poiché alterano la prontezza dei riflessi e rendono la guida davvero pericolosa.
 

6) Evitare gli eccessi: è sempre preferibile terminare il pasto con un leggero appetito.

caffe
 
7) Se il caffè è di gradimento al vostro palato, concedetevi liberamente una tazzina: aiuta la concentrazione e facilita la digestione!

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154